Nineteen | Rome | Words are life and Art makes us immortal


Non sono niente. Non sarò mai niente. Non posso volere essere niente.
A parte questo, ho in me tutti i sogni del mondo.

Tu hai sempre reso più semplice tutto quanto, fin quando c’eri. Non appena sei andata via, ogni cosa è diventata complicata; come adesso lo è riuscire a resistere alla tentazione di scriverti, di chiederti di vederci. Sei a pochi chilometri da me, eppure sei lontana anni luce.

"Qualcuno ci ha mai promesso qualcosa? E allora perché attendiamo?”
— Cesare Pavese
"Ci sono persone che quando smetti di cercarle non ti cercano più. E capisci perché hai smesso di cercarle.”
"Il modo in cui ti ho amata mi ha consumato”
— grey’s anatomy
"I futuri non realizzati sono solo rami del passato: rami secchi.”
— Le città invisibili, Italo Calvino
"I opened myself to your silences.”
— Margaret Atwood, from A Singer Of Owls (via lobotemporale)

Ti ritroverei tra i tanti grazie, nei miei sogni, nei ricordi. Ovunque. Anche all’Inferno.

©